Chi eravamo

Nel 1985 nacque l’Inter Club “FUTURA”, (inaugurato alla presenza dell’indimenticato Giacinto Facchetti) un club prevalentemente composto da giovani masatesi, con l’obiettivo di unificare l’amicizia, l’amore per il calcio, la passione per la squadra e per riconoscere lo sport come parte positiva nella vita di tutti i giorni. Il sodalizio ha cercato nella sua attività di creare le condizioni per una pratica del tifo che si coniugasse con sport e civiltà. Il club infatti non fu soltanto una organizzazione sportiva, ma anche “servizio” e supporto a momenti di vita sociale e ricreativa che potevano parlare alla società. Bisognava intervenire negli ambiti della società, per dimostrare che lo sport e il calcio in particolare, erano momenti di formazione e di crescita umana e collettiva. Tra le varie attività organizzate e proposte dall’ Inter Club “FUTURA” ricordiamo camminate e gare podistiche, incontri culturale e dibattiti su tematiche di rilievo con ospiti illustri come, per esempio, Aldo Serena, tornei sportivi, sottoscrizioni a scopo benefico, gemellaggi con altri Inter Club, anche stranieri, partecipazione a trasmissioni televisive (Rete 4 – “Un fantastico tragico Venerdì”). Questo metodo di evidenziare un modo diverso di essere tifosi nel mondo del pallone andò avanti per circa un decennio, poi, per varie vicissitudini (trasloco del presidente, diminuzione dei soci, mancanza di nuovi stimoli) l’avventura terminò.